PECOB Portal on Central Eastern
and Balkan Europe
by IECOB & AIS
Università di Bologna  
 
Wednesday January 26, 2022
 
Testata per la stampa
Books

This area collects information about a wide range of books, monographies and edited volumes concerning the countries and themes relevant to PECOB

 
 
East, rivista internazionale di geopolitica
 
European Regional Master's Degree in Democracy and Human Rights in South East Europe
Feed RSS with the latest information on books published on PECOB
 

L'Europa del disincanto: dal '68 praghese alla crisi del neoliberismo

by: Francesco Leoncini 
published by
: Rubbettino
pp: 207
ISBN: 9788849831351
price: Euro 12.75

Book's frontpage

A cinquant’anni dalla costruzione del Muro di Berlino e a poco più di vent’anni dal suo crollo era necessario fare il punto sulla storia europea a partire da quell’evento cardine della seconda metà del Novecento quale fu la Primavera di Praga.
Il volume vuole fornire uno strumento di riflessione storica su alcuni Paesi che hanno vissuto in modo diretto e drammatico i contraccolpi della Guerra fredda e i sommovimenti del successivo periodo post comunista. Dalla Lituania alla Slovenia, dalla ex Cecoslovacchia alla Germania si tratta di casi di studio estremamente significativi. Ci si interroga altresì su quale ruolo possano ora giocare la Russia e l’Unione europea nei loro reciproci rapporti alla luce di quanto accadde nel ’68 e nell’89.
I saggi contengono analisi puntuali sulle condizioni sociali e politiche delle nuove democrazie e di quelle tradizionali, viste nel contesto mondiale tra il declino degli Stati Uniti e l’affermarsi della Cina, rilevandone le pesanti involuzioni, la distanza sempre maggiore tra governi e governati, la violenza dell’economia sulle strutture istituzionali, e non ultimo la nostalgia del passato. Di qui il disincanto, la delusione di larga parte delle popolazioni, convinte che dopo la fine del comunismo si potesse aprire un lungo periodo di pace e di prosperità.

Nell’insieme un libro avvincente e provocatorio, brillante e compatto nella linea interpretativa. Un bilancio critico degli ultimi decenni ma anche un messaggio di speranza in quanto si riconosce il ritorno alla ribalta di attori sociali connotati da forte coscienza civile e volontà di cambiamento.

 

Table of contents

Francesco LEONCINI, L’Europa neoliberista ovvero la seconda sconfitta della Primavera di Praga.
Giuseppe GOISIS, Un crudele rimpianto. Riflessioni dai territori della Ostalgia.
Giovanni BERNARDINI, Un’Europa a misura d’uomo: Primavera di Praga e Ostpolitik.
Andrea GRIFFANTE, Un passato troppo presente: Stato e identità politica nella Lituania post comunista.
Alberto TRONCHIN, L’89 cecoslovacco, tra storia e memoria.
Gabriella FUSI, Dal «socialismo di Stato» alla trasformazione neocapitalista: il caso ceco.
Stefano LUSA, La Slovenia vent’anni dopo. Uno sguardo retrospettivo e il ritorno del partigiano.
Gernot WAPLER, L’unificazione dimezzata.
Massimo ARMELLINI, L’Europa del futuro sarà Eurussia o non sarà. Le occasioni mancate del ’68 e dell’89.
Valentine LOMELLINI, I comunisti italiani e la «rinascita» di Dubcek. Una reciproca opportunità.
Michelle CAMPAGNOLO BOUVIER, La Société Européenne de Culture: 60 anni di costante impegno attraverso le diverse stagioni.

 

About the author

Francesco Leoncini (Venezia, 1946) è tra i più autorevoli e originali interpreti, in ambito internazionale, della storia ceca, slovacca e dell’Europa centrale.
È membro onorario della Masarykova Společnost [Società Masaryk] di Praga. Fa parte della dgo (Deutsche Gesellschaft für Osteuropakunde), della redazione estera di «Historický Časopis» [rivista storica dell’Accademia delle Scienze slovacca] e del Consiglio di amministrazione della sec (Société Européenne de Culture), fondata nel 1950 per il dialogo interculturale.
Insegna dal 1971 alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Mirees

Find content by geopolitical unit

Sponsors